Bielmeier BHG 202

In questa pagina troverete la recensione del deumidificatore Bielmeier BHG 202.

Abbiamo pensato di darvi una mano nella scelta descrivendo le funzioni, il design e le caratteristiche tecniche del prodotto e mettendo a vostra disposizione alcune considerazioni su pregi e difetti personalmente rilevati nella fase di verifica pratica di questo elettrodomestico.

Anche se a malincuore, rimandiamo i più indaffarati  direttamente alla sintesi delle principali caratteristiche presente nelle “conclusioni” 😉

98 lettori hanno comprato questo prodotto
VAI ALL’OFFERTA! >> €
98 lettori hanno comprato questo prodotto
VAI ALL’OFFERTA! >> €

Asciutto con stile

Non possiamo non notare l’impegno nello studio del design del Bielmeier BHG 202. Abbiamo altre volte constatato che per questo tipo di elettrodomestici lo stile è sempre piuttosto banale, invece qui la mano di colore nero sullo sfondo argentato, il display posto lateralmente e la tanica per l’acqua trasparente donano un piacevole tocco di personalità al prodotto. La maniglia collocata in alto e le ruote permettono, poi, di affrontare gli spostamenti del Bielmeier BHG 202 in modo più agevole, cosa non da poco diremmo, soprattutto per le donne, magari di piccola stazza 😉

Secondo le diverse esigenze

Una volta acceso l’apparecchio, il display del Bielmeier BHG 202 mostra subito l’umidità e la temperatura presenti nella stanza ma in modo facile e immediato è possibile impostare facilmente il tasso di umidità e i gradi che si desidera ottenere con l’elettrodomestico in funzione. Per lo scarico dell’acqua il Bielmeier BHG 202 è dotato di un serbatoio che va svuotato manualmente una volta riempitosi ma anche di un tubicino all’interno del quale confluisce l’acqua per lo smaltimento del liquido verso l’esterno. La tanica usata in questo modello, poi, facilita ulteriormente le operazioni, in quanto, con la sua trasparenza, nonostante abbia una capacità di soli 3,8 litri, rende il livello di liquido al suo interno facilmente verificabile, perché immediatamente visibile; inoltre, un’apposita spia luminosa posta sopra al display si accende e l’apparecchio emette un segnale di allarme per avvertire che si è raggiunto il massimo livello possibile di contenimento dell’acqua. Una nota negativa arriva invece dal rumore onnipresente nella stanza in cui è collocato, infatti, i suoi 52 decibel si fanno sentire, anche se si stima che il suono di un aspirapolvere sia più elevato … scherzi a parte, il rimedio è piuttosto semplice, allontaniamolo un pochino da noi se preferiamo evitare di farci cullare dal suo suono inevitabilmente persistente.

Bel tempo si spera

Abbiamo notato che i commenti sul Bielmeier BHG 202 di alcuni clienti tedeschi non sono così positivi, ci siamo chiesto perché e come sempre abbiamo provato a testare personalmente il deumidificatore in ambienti e situazioni diversi. Nella stagione invernale e in condizioni climatiche normali, per lo spannamento dei vetri della cucina ad esempio, il deumidificatore in tempi abbastanza brevi è stato molto efficace, ha potuto assorbire infatti fino a circa 20 litri di acqua nell’arco delle 24 ore; lo stesso è avvenuto per quanto riguarda l’assorbimento delle muffe che iniziavano ad intaccare gli arredi, i materiali in pelle e il soffitto. Invece ci siamo resi conto che il  Bielmeier BHG 202 riduce le proprie potenzialità quando viene utilizzato in zone soggette alle basse temperature; al diminuire dei gradi, infatti, abbiamo osservato una minore presenza di acqua nella tanica di raccolta. Questo è risultato però essere assolutamente fisiologico, al di sotto dei 15 gradi, infatti, sull’evaporatore si forma del ghiaccio, si attiva la funzione di sbrinamento ed inevitabilmente la resa del deumidificatore tende a ridursi. Bisogna solo aspettare un po’ e avere pazienza, prima di tornare a godere delle sue prestazioni.

Conclusioni

Ci sentiamo di consigliare il Bielmeier BHG 202 per il design affatto noioso, le buone capacità di deumidificazione degli ambienti, le diverse funzioni possibili e la facilità di impostazione di gradi e tasso di umidità secondo le proprie esigenze. Non rende forse al massimo in ambienti con basse temperature ma parliamo di casi limite e di fenomeni non persistenti, che sicuramente non inficiano il buon rapporto qualità prezzo. A tal proposito, per approfittare dei prezzi spesso più vantaggiosi vi suggeriamo di perdete qualche minuto per dare uno sguardo veloce alle proposte della vendita online 😉

98 lettori hanno comprato questo prodotto
VAI ALL’OFFERTA! >> €
98 lettori hanno comprato questo prodotto
VAI ALL’OFFERTA! >> €

Vantaggi

  • Costo contenuto
  • Buona capacità di deumidificazione
  • Doppio sistema di smaltimento dell’acqua assorbita
  • Tanica trasparente

Svantaggi

  • Peso elevato
  • Capacità di contenimento ridotta della tanica
  • Scheda tecnica del Bielmeier BHG 202
  • Dimensioni: 724x390x240 mm
  • Peso: 14,2 kg
  • Capacità di deumidificazione: 20 l/24 ore
  • Capacità tanica: 3,8 litri
  • Potenza: 365 watt
  • Rumorosità: 52 dB/(a)
  • Filtro antipolvere lavabile
  • Spia tanica piena
  • Timer
  • Gas refrigerante ecologico “R134a”

Foto in alta risoluzione del Bielmeier BHG 202

Qui troverete la foto in alta risoluzione del Bielmeier BHG 202.

Libretto d’istruzioni del Bielmeier BHG 202

Qui troverete il libretto d’istruzioni del Bielmeier BHG 202.